Rimani sempre aggiornato, iscriviti alla nostra Newsletter

PSL 2014/2020

Gruppo Azione Locale Valtellina

PSL 2014/2020

Valtellina: Valle dei Sapori
per saperne di più clicca QUI
A partire dall’estate 2013, il Gal Valtellina è attivamente impegnato, attraverso la realizzazione di numerosi incontri con gli attori principali e rappresentativi del territorio finalizzati a raccogliere indicazioni sull’impostazione del nuovo PSL Valido per il periodo del PSR 2014-2020. Il percorso, non ancora terminato, proseguirà nei prossimi mesi tramite la realizzazione di altri momenti di confronto territoriale, così da dettagliare contenuti, approfondire temi ed aspetti, così da arrivare alla definizione del nuovo PSL da presentare a bando ed, in prospettiva, selezionare poi le idee progettuali coerenti, concrete e sostenibili che verranno finanziate.

All’individuato tema centrale dell’innovazione nelle filiere locali si connette così il tema trasversale della formazione e conoscenza, che rappresenta il tessuto connettivo su cui il nuovo PSL si muoverà.

Il Gal Valtellina ha svolto negli ultimi anni vigorosa ed impegnativa attività di facilitazione e mediazione, eseguendo altresì la necessaria sintesi con conseguente gerarchizzazione delle priorità; aspetto cruciale del processo (e sforzo logico ma anche di valenza istituzionale) è stato anche quello di scartare obiettivi, temi e proposte che, seppure coerenti, interessanti o diffusi, sono stati esclusi in quanto espressi in modo generico e senza che per essi fosse possibile definire una configurazione analitica. Il Gruppo di lavoro ha costantemente sollecitato i soggetti coinvolti a pensare a degli obiettivi realizzabili, richiamando più volte alla necessità di prendere in considerazione il potenziale livello di risorse a disposizione e ciò che può essere affrontato tramite l’azione del GAL e ciò che può essere meglio sviluppato con altri programmi, soprattutto utilizzando le risorse del più generale PSR 2014-2020. La disamina delle conclusioni tratte dalle numerose consultazioni e dall’analisi dei dati statistici disponibili ha consentito di condividere gli obiettivi generali e fissare i filoni tematici sopra individuati come prioritari; attraverso il futuro PSL sarà puntualmente illustrata la coerenza (a livello interno ed esterno) di tale strategia, risposta coerente alle esigenze di sviluppo rurale locale.

L’approccio leader adottato è dunque solido e garanzia di condivisione e sviluppo dal basso, così che gli interventi, successivamente selezionati per il co-finanziamento, risulteranno concretamente finalizzati alla realizzazione del tema centrale e trasversale ed, in definitiva, degli obiettivi generali del nuovo PSL. In questo senso, forti anche della riconosciuta capacità per l’attività svolta nel precedente periodo di programmazione ed in continuità con i due cicli passati di Leader in Povincia, il GAL Valtellina ha mostrato di saper esercitare una leadership forte per incoraggiare un compromesso reale e costruttivo teso ad individuare i legami (sinergie e complementarità) tra le azioni e gli attori e a sviluppare approcci condivisi e vantaggiosi per tutti.

L’idea forza e gli ambiti tematici individuati sono pienamente coerenti con il quadro di “Europa 2020” (il cui obiettivo è promuovere una "crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva", cioè basata su: conoscenza e l'innovazione, in linea con le esigenze a lungo termine del pianeta e apportatrice di benefici all'intera società) e le 7 priorità di Leader; di queste ultime, oltre alle già sperimentate e proprie all’approccio ascendente e territoriale, al partenariato pubblico-privato e all’integrazione a livello multisettoriale, si intende in questo ciclo sviluppare in particolare quella relativa allo sviluppo del collegamento in rete in ambito locale e dell’innovazione.

Ciò discende dalla riconosciuta necessità di operare localmente a livello di sistema: per essere realmente incisivi, ottimizzando i risultati dell’esperienza passata e le risorse che si presume saranno disponibili, il sistema rurale della provincia di Sondrio ha la necessità di essere supportato (innovato e co-finanziato) nel suo sistema di rete (filiere), ben oltre dunque il finanziamento di interventi puntuali, seppure di successo e sperimentati in passato.

Se possibile, inoltre, si attenderà anche sviluppare forme di cooperazione interterritoriale, indagate con soddisfazione con il progetto DES nell’ultimo scorcio di attività 2007-2013, nella convinzione che le diverse prospettive di cui sono portatori partner di territori differenti possano rappresentare una ulteriore fonte d’innovazione. In questo senso, una prima indicazione riguarda lo sviluppo integrato della Montagna lombarda.

 

Scarica i File

Clicca sul file per scaricarlo

Incontri Territoriali
(scarica l'elenco in formato pdf)

Nr. Data
(luogo: uffici del GAL Valtellina o sul territorio nelle sedi degli intervistati)
Ente o associazione incontrata
(agli incontri sono stati invitati a partecipare i Referenti, rappresentativi e con poteri decisionali)
Partecipanti intervenuti per conto dei portatori di interesse individuati ed operanti in Prov. So